Un ex agente della polizia municipale di 60 anni ha sparato alla moglie per poi togliersi la vita con la stessa arma. Questa la prima ricostruzione dei carabinieri, dopo aver ritrovato l’uomo morto e la donna gravemente ferita la notte scorsa in un’abitazione in via Aurelia, in periferia di Grosseto. I militari giunti sul posto, insieme al magistrato di turno della procura di Grosseto, Giovanni De Marco, avanzano l’ipotesi di omicidio-suicidio. La donna è stata subito portata in elicottero all’ospedale di Siena. In corso le indagini degli inquirenti per fare chiarezza sull’accaduto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lecco, bambini uccisi dal padre. L’avvocato della donna: “Nessuna separazione violenta, gesto inaspettato”

next
Articolo Successivo

Bologna, carabiniere travolto da ladri in fuga: non è in pericolo di vita

next