L’estate quest’anno ha ricevuto un benvenuto speciale: un’eclissi di Sole parziale. La prima del 2020. Lo spettacolo affascinante è stato visibile soprattutto in Asia, mentre in Italia le regioni più fortunate sono state quelle del Centro-Sud. L’eclissi anulare di Sole è “un’eclissi parziale speciale perché il disco della Luna non copre completamente quello del Sole”, osserva l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. “Questo – ha proseguito – accade non tanto perché l’allineamento fra Sole e Luna non sia perfetto, ma perché la Luna è lontana dalla Terra e di conseguenza il suo disco appare più piccolo, al punto da non riuscire a coprire del tutto il Sole”. Ecco le immagini a Nuova Delhi, in India.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Solstizio d’estate, arriva la giornata più lunga dell’anno. Con un’eclissi anulare di Sole: ecco da dove si potrà osservare

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il virologo Silvestri va contro i modelli matematici. E non ha tutti i torti

next