“Se Conte andrà alla rottura con Autostrade? E’ il tipico caso che si porrà anche in altre imprese italiane che non hanno carica emotiva che si è scatenata comprensibilmente dopo la morte di 43 innocenti”. Così Gad Lerner, ospite di ‘Accordi&Disaccordi’, il talk politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi, in onda tutti i venerdì alle 22.45 su Nove ha commentato le parole del presidente del Consiglio che, in conferenza stampa, aveva annunciato di voler avviare la procedura di revoca della concessione a società Autostrade. “Si fanno seguire i fatti alle parole se non ci si barcamena opportunisticamente. Mi pare che in effetti, non avevo sentito per intera la sua dichiarazione, Conte abbia parlato con chiarezza – ha detto il giornalista – E’ maledettamente complicata quella ‘caducazione’, come lui la chiama (in conferenza stampa, ndr), può essere molto costosa per i bilanci dello stato”. Secondo lo scrittore non è chiaro se si andrà verso la rottura tra governo e Autostrade: “Non so se dall’interno del Pd arriveranno dei freni, ma certamente io credo che quello sia un tipico caso che si porrà anche in altre imprese italiane che non hanno la stessa condizione drammatica e che non hanno carica emotiva che a volte anche ‘forcaiola’ che si è scatenata comprensibilmente dopo la morte di 43 innocenti (nel crollo del Ponte Morandi, ndr)”.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Giuseppe Conte, Gad Lerner su Nove: “Molto eclettico, capace di passare da Padre Pio a riferimento di Landini”

next
Articolo Successivo

Ponte sullo Stretto, Travaglio su Nove: “Sono per il no, quell’opera è una barzelletta. Ma ricordiamoci che fu aggiudicato l’appalto”

next