È morto Guglielmo Mollicone, il papà di Serena, uccisa ad Arce l’1 giugno 2001. L’uomo, 72 anni, lo scorso novembre era stato colpito da un infarto e da allora era ricoverato in una struttura di lungodegenza. Per 19 anni – l’anniversario della morte cadrà domani – non aveva smesso di cercare la verità sull’omicidio di sua figlia, ritrovata cadavere a pochi chilometri dal paese del Frusinate dove vivevano.

Il malore era arrivato a pochi giorni dall’apertura del processo – subito rinviato a causa di un difetto di notifica –per i 5 indagati per l’omicidio di sua figlia Serena, vale a dire l’ex maresciallo dei carabinieri di Arce Franco Mottola, la moglie, il figlio Marco, e altri due carabinieri. L’udienza preliminare era stata rinviata al 15 gennaio, quindi il 27 febbraio il pubblico ministero aveva chiesto il rinvio a giudizio sul quale ora dovrà esprimersi il giudice per l’udienza preliminare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, il flashmob in Piazza Duomo con 400 ciclisti nel giorno in cui sarebbe dovuto arrivare il Giro d’Italia: “Chiediamo città a misura di bici”

next