Protesta dei sindacati di base, Cobas e attivisti dei centri sociali a Milano, per chiedere il commissariamento della giunta Fontana. Alcune centinaia di persone si sono riunite davanti al palazzo della Regione Lombardia, ciascuno con una lettera in mano in modo da formare una sorta di grande scritta “commissariamento”. I manifestanti hanno provato poi a muoversi in corteo ma senza autorizzazione, e sono stati bloccati da un cordone di polizia. Le misure di sicurezza per il contenimento al Coronavirus al momento vietano cortei consentendo solo presidi. “Abbiamo il diritto di manifestare, sono tre mesi che non prendiamo lo stipendio” ha urlato uno dei lavoratori in prima fila. Dopo un primo dietrofront, il corteo è partito comunque e ha percorso le vie intorno alla Regione, seguito a distanza dalla polizia in tenuta antisommossa

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Comunità di Bose, Bianchi chiede al Vaticano una mediazione: “Per poterci difendere da false accuse e fare cammino di riconciliazione”

next
Articolo Successivo

Walter Tobagi, il ricordo di Mattarella: “Ucciso perché rappresentava ciò che i brigatisti negavano. Non si piegò alla minaccia”

next