Sabrent, nota società statunitense nel settore dell’elettronica di consumo, ha annunciato l’arrivo del primo SSD NVMe da 8 TB al mondo. Le unità a stato solido di questo tipo funzionano come quelle normali ma, oltre ad avere una spetto più simile a quello di un banco di RAM, possono contare sulla più ampia banda passante della connessione PCI Express, garantendo così prestazioni ancora superiori a quelle raggiungibili coi normali SSD con interfaccia SATA III, la stessa cioè normalmente utilizzata anche per gli hard disk tradizionali. Il nuovo SSD Sabrent Rocket offrirà infatti una velocità in lettura di 3,4 GB/s e di 3 GB/s in scrittura.

Attualmente, il mercato consumer offre soluzioni con tagli da massimo 4 TB e anche piuttosto costose: il Sabrent Rocket da 4 TB costa ben 700 euro, una cifra che pochi possono spendere, soprattutto in ambito domestico. Non a caso, molti esperti preferiscono comprare modelli più piccoli dove installare il sistema operativo e usare il tradizionale hard disk per la conservazione dei dati.

A confronto infatti un hard disk tradizionale Seagate Barracuda da 4 TB è reperibile con un prezzo di circa 93 euro, un prezzo inferiore dell’86% rispetto a quello del Sabrent Rocket. Ovviamente però le prestazioni non sono neanche lontanamente comparabili, ma è ovvio come il prezzo possa giocare un ruolo chiave nell’assemblaggio del proprio sistema, soprattutto se non si è professionisti che svolgono lavori specifici dove il vantaggio di prestazioni sarebbe particolarmente evidente.

Prezzo e disponibilità non sono ancora noti ma, con l’acquisto del taglio da 8 TB, l’utente otterrà in regalo Sabrent Acronis True Image, una suite integrata che garantisce la sicurezza di tutte le informazioni salvate su PC. Dei backup vi permettono di ripristinare il sistema in caso di problemi, come perdita di dati, inavvertita cancellazione di cartelle o file critici, o arresto totale dell’SSD. E, ovviamente, non poteva mancare una funzione per clonare il sistema operativo dal “vecchio” disco magnetico all’unità a stato solido.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

WhatsApp, col QR code aggiungere un nuovo contatto è più facile e veloce

next
Articolo Successivo

LG TV NanoCell AI 49SM8500PLA, Smart TV 49 pollici 4K in offerta su Amazon con sconto di 200 euro

next