Ahia. Paolo Fox quando punge fa male. L’astrologo più famoso d’Italia è stato il primo concorrente della fase due de “I Soliti Ignoti”. Infatti il game dell’access prime time è tornato su Rai1. Anche stavolta non c’è il pubblico ma sono arrivati i plexiglass per dividere le identità e ci sono i vip (al posto delle persone comuni) come concorrenti. Durante la partita, che aveva come scopo quello di devolvere l’eventuale premio in beneficenza, Fox ha preso di mira Giancarlo Magalli. L’astrologo e il conduttore condividono da anni lo stesso studio, quello de “I Fatti Vostri”, ma sembra non correre buon sangue tra loro.

A metà puntata, quando l’ignoto numero tre è salito sulla pedana, Paolo Fox ha colto l’occasione per pungerlo. “Sono Davide e ho 38 anni. Sono un cancro”, si è presentato l’identità segreta. “Ah, come Magalli! Però lui è buono, si vede”, ha sottolineato Fox. “Lui chi?”, è stata la domanda di un Amadeus particolarmente stupito. “Lui, Davide”, è stata la replica dell’astrologo. Un’uscita che forse voleva essere ironica, ma che è sembrata una frecciata piena di astio. “Ma anche Magalli è buono… quando vuole”, ha risposto il padrone di casa. “Sì certo, scava scava è buono”, è stata la chiosa dell’astrologo, con un sorriso sornione sulle labbra, prima di riprendere il gioco.

Non è certo la prima volta che tra Paolo Fox e Giancarlo Magalli volano sottili (neanche tanto) frecciatine. Qualche giorno fa Magalli aveva chiesto al collega perché non tornasse in studio a fare le previsioni astrologiche. “Ma io vorrei anche tornare, però so che gli ingressi in Rai sono contingentati”, aveva risposto Fox. “Ma per lei faremmo un’eccezione, qui in Rai entrano certi imbecilli…”, era stata la risposta del conduttore con la passione per le battute fulminanti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giovanni Falcone, il grattacielo Pirelli di Milano illuminato con la scritta “Capaci 23 5 92”: il ricordo per l’anniversario della strage – Video

next
Articolo Successivo

Emma Marrone, lo sfogo tra le lacrime in diretta su Instagram: “Era la mia vendetta”

next