“Il governo italiano ha chiesto l’assistenza degli Stati Uniti. Andare in aiuto dell’Italia aiuterà a combattere il Covid-19 e a mitigare l’impatto della crisi, oltre a dimostrare la leadership degli Usa di fronte alle campagne di disinformazione di Cina e Russia“. Si apre con questa premessa il memorandum firmato nella notte dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump e con il quale gli Usa si impegnano ad assistere l’Italia nella lotta contro la pandemia – cosa che contribuirà a “ridurre il rischio di reinfezione dall’Europa negli Stati Uniti” – ma anche a “supportarne la ripresa economica“.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha ringraziato con un videomessaggio in cui dice: “L’Italia non ce l’avrebbe potuta fare da sola: la solidarietà internazionale dai nostri amici e partner nel mondo è stata cruciale. Gli Stati Uniti non sono secondi a nessuno. La generosità degli americani e del governo americano è stata notevole come dimostrato dalle donazioni che abbiamo ricevuto”.

Nel documento, diviso in otto sezioni, si definisce l’Italia “uno dei nostri alleati più stretti e di vecchia data” e si evidenzia che è stata “devastata dalla pandemia di Covid-19, che ha già causato oltre 18mila vittime, ha portato gran parte del sistema sanitario italiano sull’orlo del collasso e minaccia di spingere l’economia italiana in una profonda recessione“.

Tra gli aiuti annunciati dagli Usa figurano apparecchiature e forniture mediche, la cui vendita da parte di aziende statunitensi all’Italia sarà favorita e che potranno anche essere “distribuite per motivi di sollievo umanitario”, sempre se non necessarie al Paese che è ormai primo al mondo per contagi e per numero di vittime.

Viene inoltre messo a disposizione il personale americano in Italia – “oltre 30mila tra personale militare e dipendenti degli Stati Uniti in Italia” – per la costruzione di ospedali da campo, per il trasporto di carburante e alimentari e per servizi di telemedicina agli ospedali italiani. Nel memorandum, Trump autorizza inoltre la sua amministrazione a sostenere la ripresa dell’economia italiana.

“Il segretario di Stato, l’amministratore di Usaid e il presidente della Banca Import-Export degli Stati Uniti”, si legge alla sezione 6, “in consultazione con il segretario al Tesoro, al Commercio, alla Salute, alla Sicurezza Interna e con il ceo della United States International Development Finance Corporation possono utilizzare le loro autorità per supportare la ripresa dell’economia italiana”.

Il 23 marzo la Cnn aveva dato notizia che il governo italiano aveva chiesto al segretario alla Difesa americano, Mark Esper, aiuti militari per la lotta contro il coronavirus. Nessun riferimento però a richieste di sostegno economico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, Boris Johnson migliora. Lettere ed ecografie dalla fidanzata. Il fratello del premier: “Mal curato prima del ricovero”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la Finlandia apre i magazzini segreti riempiti durante gli anni della Guerra fredda

next