Siciliano, tifoso della Juventus e grande appassionato di Crossfit. Gli amici descrivono così Giancarlo Agostino Di Maria, 41 anni, la prima vittima di coronavirus all’interno delle istituzioni europee. L’uomo lavorava presso la DG Itec del Parlamento Ue, la direzione generale per innovazione e supporto tecnologico, e per questo la notizia ha fatto velocemente il giro di Bruxelles, finendo presto sulla stampa locale.

Il quotidiano La Libre ha scritto che “i suoi familiari e amici sono scioccati dalla velocità degli eventi”, precisando che l’uomo “era entrato all’inizio della scorsa settimana in ospedale, in piedi, poi è stato intubato mercoledì sera e alla fine si è spento domenica”. Sui motivi di una morte così rapida, a soli 41 anni, faranno chiarezza i sanitari.

Giancarlo, si legge ancora, “è andato rapidamente peggiorando”. “È morto in cinque giorni. È uno shock, è irreale”, ha aggiunto un suo amico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, Von der Leyen: “L’Unione ne uscirà più forte: la famiglia europea è preziosa. L’Italia potrà usare tutti i soldi necessari”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, von der Leyen: “Stop alle restrizioni dei governi sul trasporto di merci, basta con le code di 40 chilometri ai confini”

next