Il Gran Premio della Cina 2020, in programma per il 17-19 aprile a Shanghai, è stato rinviato a a causa dell’emergenza Coronavirus. L’organizzazione cinese ha richiesto ufficialmente il rinvio dopo le discussioni in corso con la Federazione degli sport automobilistici e motociclistici della Repubblica popolare cinese (CAMF) e l’amministrazione dello sport di Shanghai.

In considerazione delle “continue preoccupazioni per la salute e con l’Organizzazione Mondiale della Sanità che dichiara il coronavirus come un’emergenza sanitaria globale”, la Formula 1, insieme all’organismo governativo della Fia, “ha deciso congiuntamente di accettare la richiesta di rinvio al fine di garantire la salute e la sicurezza del personale viaggiante, dei partecipanti al campionato e dei fan”, spiegano in una nota la Fia e la F1.

“La Formula 1 e la Fia continueranno a lavorare a stretto contatto con i team, il promotore della gara, il Camf e le autorità locali per monitorare la situazione mentre si studia, con tutte le parti in causa, la fattibilità di potenziali date alternative per il Gran Premio più avanti nel corso dell’anno se la situazione migliorerà. Il Gran Premio della Cina è sempre stato una parte molto importante del calendario della F1 e i fan sono sempre incredibili”, ha dichiarato la Formula 1. “Non vediamo l’ora di correre in Cina il più presto possibile e auguriamo a tutti nel paese il meglio in questo momento difficile”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

F1, Ferrari presenta la SF1000: il Tricolore sul musetto, numeri in stile Anni 70. Binotto: “Miglioreremo sull’affidabilità” – FOTO

next
Articolo Successivo

Ferrari SF1000, cosa cambia nella nuova monoposto e cosa aspettarsi per il mondiale 2020

next