Acer TravelMate B3 è il nuovo notebook annunciato dal produttore taiwanese e dedicato al settore educativo. Si tratta di un portatile pensato espressamente per soddisfare le esigenze degli studenti, con un’enfasi su robustezza, affidabilità e resistenza e una dotazione hardware in grado di contenerne il prezzo, ma comunque sufficiente per l’uso scolastico.

Per quanto riguarda il primo aspetto, il TravelMate B3 è in grado di resistere a urti, versamento accidentale dei liquidi e ad altre sollecitazioni, come ad esempio la pressione sul coperchio o altri tipi di shock, tanto da essersi guadagnato la certificazione MIL-STD-810G che risponde a stringenti standard militari. La scocca del portatile inoltre presenta anche angoli rinforzati e bordi rivestiti in gomma.

Al momento della presentazione Acer non ha comunicato le specifiche hardware complete, tuttavia sappiamo che il portatile ha uno schermo con diagonale di 11,6 pollici e sarà equipaggiato con i processori Intel Pentium e Celeron di ultima generazione, soluzioni non certo eprformanti quanto quelli della famiglia Core, ma sicuramente sufficienti per espletare i task legati allo studio, come navigazione Web e stesura di testi tramite programmi di videoscrittura, o realizzazione di video presentazioni. Per quanto riguarda la dotazione di porte inoltre dalle foto è possibile notare due porte USB Type-A, uno slot per memorie di tipo microSD, un’uscita video HDMI e una porta RJ-45 per la connessione Ethernet.

Acer ha anche approntato una variante convertibile del notebook, il TravelMate Spin B3 che può essere utilizzato in quattro modalità grazie alla possibilità di ruotare lo schermo fino a 360 gradi. Lo Spin B3 ha in dotazione un pennino digitale stilo Wacom con tecnologia EAS per interagire col display touch. Entrambi i portatili arriveranno sul mercato il prossimo mese di aprile, con prezzi a partire rispettivamente da 239 e 329 dollari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Willpower, il progetto europeo che sfrutta la CO2 per ottenere energia pulita dall’aria

next
Articolo Successivo

Google, tre nuove app per combattere la dipendenza da smartphone

next