“Una riforma che sospende definitivamente il decorso della prescrizione aiuta la giustizia e la verità”. Con queste parole il consigliere del Csm Nino Di Matteo, che oggi a Milano ha presentato il libro “Il Patto Sporco” insieme al vice direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Lillo, ha commentato la riforma della giustizia proposta dal ministro Bonafede. “Abbiamo assistito nei decenni scorsi alla creazione di una sacca di impunità di tanti reati gravi soprattutto in materia di corruzione spesso connessi alle attività delle cosche mafiose. Anche quando la magistratura individuava i colpevoli, spesso la facevano franca per il decorso della prescrizione”, ha continuato l’ex pm di Palermo. “Processi infiniti? C’è la possibilità di prevedere modi non soltanto con riforme legislative per velocizzare i processi, ma sono argomenti separati”, ha concluso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni regionali Emilia Romagna: da Bonaccini a Borgonzoni, ecco quanto spendono i candidati in campagne Facebook

next
Articolo Successivo

Difesa, 3600 case occupate abusivamente da militari in pensione o da figli e mogli: indaga la Procura di Roma

next