A volte basta poco per realizzare un sogno. Ce la stanno mettendo tutta i compagni di classe di Bryan, tetraplegico dalla nascita, per trovare un modo di andare tutti insieme in gita a maggio in Trentino, sulle Dolomiti. “Vorremmo che Bryan avesse una bicicletta speciale per partecipare a un’avventura su due ruote con noi”, spiegano gli studenti della IV B del liceo classico Gioia di Piacenza.

E da questo desiderio è nato un crowdfunding, il cui obiettivo è quello di acquistare “Duetto”, un particolare mezzo che unisce una bicicletta a una carrozzina. Servono circa 10mila euro, di cui finora è stato raccolto circa il 60% del totale.

La campagna di raccolta fondi si chiama Pegaso – Una pedalata alla volta e gli studenti per lanciarla su GoFundMe hanno raccolto l’entusiasmo di tutta la comunità, a partire dalla scuola e dal corpo docente. L’idea di lanciare una campagna infatti è venuta ai ragazzi proprio in seguito a una lezione a scuola, in cui si parlava di crowdfunding e marketing sociale.

Dopo il viaggio il “Duetto”, prodotto da un’azienda olandese e distribuito in Italia da OffCarr, resterà con Bryan e la sua famiglia, permettendogli di vivere molte altre avventure come ha sempre sognato.

Che c'è di Bello - Una guida sulle esperienze più interessanti, i trend da seguire e gli eventi da non perdere.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il celibato è un falso problema. Spero che Francesco ne approfitti per renderlo un optional

next
Articolo Successivo

Esiste una prima volta anche a 50 anni: non me ne vergognerò, promesso!

next