Sono quasi 70mila gli azionisti della Banca Popolare di Bari che hanno scoperto di avere di fatto perso tutti i soldi investiti. Le loro storie sono simili. Accusano la banca di aver approfittato della loro inesperienza per firmare investimenti rischiosi, ricevendo in cambio la rassicurazione sulla possibilità di tornare a disporre dei soldi in qualunque momento. Ma così, alla fine, non è stato. Tanti quelli che hanno deciso di scendere in piazza per chiedere giustizia, in una lotta che loro stessi definiscono “impari”. “I soldi ci sono stati rubati – dicono due risparmiatori – Loro giocavano sulla buona fede, sulle amicizie personali. In assemblea ci zittivano perché raccontavano che tutto andava bene”.

Molti di loro hanno perso tutti i risparmi di una vita. Come due coniugi della provincia di Bari, Zdenka, di 78 anni e il marito, invalido di 81, che hanno investito in tutto 230mila euro. Il consiglio, spiega lei al Fattoquotidiano.it, era quello di “non tenere i soldi sul conto”. “Non siamo giocatori d’azzardo – conclude – Ci siamo fidati della banca, sapevano che quelli erano tutti i risparmi di una vita. Una sicurezza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manovra, Corte dei Conti: “Orientamento espansivo. Ma la riduzione del debito è a rischio se si mancano gli obiettivi di crescita”

next
Articolo Successivo

Bonus casa, cosa c’è in manovra: restano tutti quelli del 2019. Arriva la detrazione per le facciate: stimati 4 miliardi di investimenti

next