Fiori e messaggi sono stati lasciati nel punto dell’incidente di Ponte Milvio a Roma, nel quale hanno perso la vita Gaia e Camilla. Alle due sedicenni, investite lungo Corso Francia da Pietro Genovese, figlio 20enne del regista Paolo, è stato dedicato anche uno striscione, appeso all’incrocio con Via Flaminia: “Sempre con noi”.

Il 20enne secondo gli esami tossicologici aveva un tasso alcolemico di 1,4 al momento dell’incidente. È accusato di duplice omicidio stradale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Catania, ultraottantenne uccide la moglie malata con un colpo di fucile e si suicida

next
Articolo Successivo

Incidente Ponte Milvio, Pietro Genovese: tasso alcolemico a 1,4 e “non negativo” a droghe. Gaia e Camilla uccise dalla sua auto

next