Vivace confronto tra il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, e l’attrice Jasmine Trinca a Otto e Mezzo, su La7. Per la vincitrice del David di Donatello e di quattro Nastri d’argento “la destra italiana è minacciosa, tanto per il linguaggio violento quanto per i contenuti. L’idea di tutela del confine a tutti i costi è sbagliata, la verità è che stiamo perdendo il futuro, cioè i giovani che vanno via dal nostro Paese”. “Violenza è anche dire che il centrodestra è illiberale” è stata la replica di Sallusti. “Possiamo anche cambiare il nome e non chiamarlo ‘fascismo’, ma non è solo il linguaggio, è la sostanza a che fa la differenza” ha ribadito Trinca. A quel punto Sallusti è sbottato: “Ma secondo lei in Lombardia c’è il fascismo?“.

Video La7

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondi Lega, Sallusti a Conte su La7: “Nel caso ‘rubli’ non c’erano ministri indagati”. Ma il presidente capisce ‘Ruby’

next
Articolo Successivo

La7, Travaglio: “Previsioni per le sorti del governo? Impossibili con partiti schizofrenici che continuano a dividersi al loro interno”

next