Oltre 54mila persone sono state evacuate per disinnescare un ordigno bellico ritrovato un mese fa nel cantiere di ampliamento del maxicinema Andromeda: è la più grande evacuazione della storia in Italia. All’opera per l’operazione 15 militari, esperti artificieri dell’undicesimo reggimento genio guastatori di Brindisi, unità alle dipendenze della brigata Pinerolo. L’attività è stata avviata dopo che dal Centro di coordinamento soccorso presieduto dal prefetto Umberto Guidato, è arrivata comunicazione dell’avvenuta evacuazione dell’intera zona rossa: un’area dal raggio di 1.617 metri dal luogo in cui trova l’ordigno bellico. Per rimuovere il congegno di attivazione della bomba, danneggiato da una ruspa, sono intervenuti 2 artificieri, mentre altri due hanno monitorato la situazione a breve distanza attraverso un robot dotato di una telecamera ad alta definizione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brindisi, 54mila evacuati per disinnescare una bomba danneggiata: la città deserta dalle 8. “Ordigno neutralizzato” – FOTO E VIDEO

next
Articolo Successivo

Sardine, l’assemblea a porte chiuse dopo piazza San Giovanni: all’ingresso lo striscione “Abbasso gli sgombri”

next