Legato a un albero e preso a bastonate e vittima di estorsione. La violenza si è consumata in un bosco di Gallarate, in provincia di Varese. Un atto, quello compiuto da un 22enne, che sarebbe stato pianificato anche con l’aiuto della fidanzata, Christina Bertevello, popolare fashion blogger, giovane influencer seguita sui social da centinaia di migliaia di follower, nota negli ambienti della musica Trap.

Una storia molto intricata, tutta da chiarire. Stando alle prime informazioni il fidanzato della blogger era rimasto precedentemente vittima di un inganno per una faccenda legata a un debito non saldato. Il giovane, infatti, con la complicità di un amico che lo aveva tradito, era stato trascinato in una trappola, finendo per essere rapinato dal proprio creditore. Nel giro di poco tempo il 22enne aveva pianificato la punizione non contro la persona che lo aveva raggirato, ma contro il 18enne che accusava di “tradimento” per averlo “fatto trovare” dal suo rapinatore. Un “amico” al quale farla pagare. Nella vicenda sarebbe rimasta coinvolta in qualche modo anche la blogger. Fatto sta che con l’inganno il 18enne viene attirato a Gallarate. Poi legato al tronco di un albero e preso a bastonate. Il 22enne si è impossessato anche di 800 euro. I carabinieri lo hanno arrestato. Misure anche per la blogger e il 24enne, entrambi sottoposti a obbligo di firma.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vercelli, presunte violenze sessuali di gruppo tra minori: sequestrata casa famiglia a Caresana

next
Articolo Successivo

Maltempo, tempesta di Santa Lucia su Nord e Centro Italia: scuole chiuse a Roma e Napoli. Neve a Milano e Torino

next