“Dal primo gennaio scatta una norma di ergastolo processuale. Signor ministro, dov’è la riforma del processo penale?“. La domanda retorica, nel corso del Questione Time alla Camera, arriva dal deputato di Forza Italia ed ex viceministro alla Giustizia, Enrico Costa, che giorni fa aveva presentato un progetto di legge per bloccare l’entrata in vigore della riforma della prescrizione, ed è rivolta al Guardasigilli, Alfonso Bonafede. “La bozza era già pronta a febbraio, la domanda la dovrebbe porre all’alleato di governo di allora (la Lega, ndr) che ha preferito non portare avanti la riforma del processo penale per non fare entrare in vigore quella della prescrizione – è la replica dell’esponente del M5s – ora noi puntiamo a eliminare i tempi morti del processo. Gli stessi su cui per oltre un decennio in cui siete stati al governo non siete mai intervenuti“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fondo salva-Stati, l’informativa del presidente del Consiglio Conte al Senato: la diretta

next
Articolo Successivo

Caso Formigli, “Enzo Puro, uno di noi”: il fan che Renzi ha preso a modello ha alle spalle una lunga striscia di insulti. Pure per l’ex premier

next