“La proposta che il ministro Bonafede ha messo sul tavolo da tempo non offre quelle garanzie di ragionevole durata del processo”. A dirlo è Walter Verini, deputato del Partito democratico. “Abbiamo avanzato controproposte che da un lato garantiscono tempi ragionevoli per lo Stato e per i cittadini e che dall’altro lato rendono ininfluenti le parti che per noi sono inaccettabili della riforma della prescrizione”.

“Da un lato, in alcuni ambienti politico-culturali, c’è un estremismo giudiziario, per capirci ‘manettaro’, e dall’altro un ‘garantismo peloso’, come le posizioni del deputato Costa. Il Pd ha cercato d’impostare nella scorsa legislatura il tema della giustizia cercando di tenere insieme tutti i principi costituzionali e credo – conclude Verini – che questa sia la strada da seguire anche per quella che io chiamo ‘nuova agenda di governo’ per i prossimi mesi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alitalia, Fassina: “Grave e inaccettabile che decreto sia stato infilato nella legge di Bilancio”. E ribadisce critiche sul fondo salva-Stati

next
Articolo Successivo

Decreti Sicurezza, Radicali: “Governo li cambi come chiesto da Mattarella”. Fiano (Pd) e Palazzotto (LeU): “Vanno totalmente abrogati”

next