Portarsi dietro termos e panini sarebbe un bel gesto per la salvaguardia dell’ambiente ma non è bon ton. Scartare caramelle o mangiare silenziosamente? Ci sono eventi di spettacolo che si svolgono nelle arene dove all’ingresso sponsor offrono agli spettatori pacchettini di snack. Difficile resistere. Se si riesce a rifocillarsi senza far rumore – ma bisogna esercitarsi – nessuno ci baderà. La musica, gli applausi a scena aperta, le file di tablet e telefonini sollevati sposteranno l’attenzione sullo spettacolo. Del resto, quando nei secoli passati in teatro vigeva la separazione del pubblico in classi sociali, gli spettatori gaudenti dei palchi conversavano, amoreggiavano e mangiavano.

Articolo Precedente

“La Casa di Henriette”, il romanzo di Domenico Barrilà alla ricerca delle proprie radici in un’Europa dove le diversità si mescolano

next
Articolo Successivo

Il Mahabharata dell’induismo diventa una graphic novel. Un incredibile viaggio a fumetti lungo cinquemila anni

next