Bella Ciao intonata dai commissari del gruppo dei socialisti e democratici al Parlamento europeo. I due vicepresidenti, Frans Timmermans e Maros Sefcovic, insieme a Paolo Gentiloni (Affari economici), Nicolas Schmit (Lavoro), Jutta Urpilainen (Partnership internazionali), Elisa Ferreira (Coesione e riforme) e Helena Dalli (Uguaglianza) hanno cantato la famosa canzone dei partigiani italiani, simbolo della Resistenza. All’area sovranista e di destra del nostro Paese la cosa, però, non è andata giù. In testa, tra chi ha protestato, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Un teatrino scandaloso, non hanno niente di meglio da fare?”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Berlino, il caso dell’ex combattente ceceno ucciso in pieno giorno: espulsi due 007 di Mosca. E il killer arrestato “non esiste”

next
Articolo Successivo

Caruana Galizia, missione del Parlamento Ue lascia Malta: “Seri rischi per il rispetto dello stato di diritto”

next