La campanella della presidenza della Commissione Ue “non serve a niente”. Ad affermarlo è l’ormai ex presidente Jean-Claude Juncker durante la cerimonia simbolica per il passaggio del testimone a Ursula von der Leyen. “Mi hanno dato questa campanella all’inizio del mio mandato. L’idea era di suonarla ogni volta che un intervento durava più di tre minuti, ma tutti sono durati più di tre minuti”, ha scherzato Juncker durante il breve evento a Palazzo Berlaymont.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondo salva-Stati, fonti dell’Eurogruppo: “Meglio chiudere subito”. Conte: “Contrari a modifiche del trattamento dei titoli di Stato”

next
Articolo Successivo

Fondo salva Stati, rinviata la firma. Centeno: “Spero nel primo trimestre 2020”. Gualtieri: “Ottenuti i tre obiettivi che avevamo”

next