“Trottolino amoroso, du du da da da”. Amedeo Minghi ha portato in Senato il brano di successo Vattene Amore, cantato con Mietta, che a Sanremo nel 1990 gli valse il gradino più basso del podio. Di fronte al cantautore una “rapita” Maria Elisabetta Alberti Casellati. Il video è stato rilanciato sui social seguito da commenti spesso irriverenti: “È la cosa più trash della settimana”, “ormai è più istituzionale il salotto di Barbara D’Urso”, “lo spirito dei tempi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Francesco Nuti, la dedica di Giovanni Veronesi: “Saremo amici per sempre”. Poi la serenata “Pupp’a pera”

prev
Articolo Successivo

Regina Elisabetta ha avuto un infarto? Il comunicato del portavoce di Buckingham Palace

next