MSI ha scelto l’Italia come paese pilota dove lanciare il proprio store online, con il lancio previsto tra febbraio e marzo 2020.

Sul proprio store MSI venderà oltre alla sua linea di prodotti – che attualmente parte dai componenti, come schede madri e schede video, per arrivare a PC e periferiche da gaming– bundle speciali, prodotti esclusivi ed i propri gadget.

“La particolarità di questo innovativo strumento” racconta Gianpaolo Catania, Marketing Manager di MSI Italia, ” è creare un’esperienza enduser totalmente legata ad MSI sia online, sia offline e nel prezzo, nelle promozioni, nei bundle, nelle offerte, nel pick up e nel servizio”, allo shop online (con consegne previste entro 24/48h) infatti MSI affiancherà gli MSI Point, dei rivenditori partner presso cui sarà possibile scegliere di ritirare i prodotti acquistati; in una fase successiva ci sarà la possibilità di veder aprire in Italia anche alcuni MSI Store, dei negozi fisici dedicati al 100% alla rivendita dei prodotti del brand taiwanese, simile a quanto già fatto da altri brand tecnologici.

In attesa del lancio della piattaforma eCommerce, MSI offrirà a tutti gli utenti che si preregistreranno al sito un buono che darà il diritto ad uno sconto del 20% sul primo acquisto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Singapore, il governo ordina e Facebook esegue. La libertà di parola è una fake news

prev
Articolo Successivo

Apple MacBook Pro 16, portatile dalle ottime prestazioni ma dal prezzo salato

next