“Le sardine infilatevele nel c…”. Sono le parole usate da Corrado Della Torre, direttore generale di Aler Brescia-Mantova-Cremona in quota Lega, in un post su Facebook. In un altro post ha anche aggiunto: “Evidentemente quello degli imbecilli è un gene”. Insulti rivolti al movimento che sta riempiendo le piazze dell’Emilia-Romagna e anche del resto d’Italia per manifestare il dissenso nei confronti del Carroccio. A segnalare il post è stato Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5s Lombardia: “Sono dichiarazioni becere e vergognose, Della Torre ogni volta che parla rappresenta un ente regionale di primo piano, non può parlare come un odiatore qualsiasi“.

“Il movimento delle sardine – aggiunge Di Marco – al di là di quello che esprime, va rispettato soprattutto da chi riveste ruoli di vertice nell’amministrazione di beni pubblici“. “Della Torre – spiega il pentastellato – sul suo profilo di Facebook il 22 novembre ha pubblicato un intervento offensivo e lesivo della dignità sul movimento delle sardine”. Il secondo post risale invece al 25 novembre. “È il secondo caso, dopo il direttore di Aler Pavia che ha fatto campagna elettorale per la Lega a maggio e poi si è dimesso, che i nominati dal centrodestra mostrano enormi limiti nell’incapacità di essere super partes. Aler Brescia – sottolinea ancora Di Marco – merita di più di un leghista fanatico alla sua guida. Mi auguro che Della Torre si scusi e faccia un passo indietro, non può guidare un ente regionale”.

Sul caso è intervenuto anche il capogruppo del Pd in Regione, Fabio Pizzul. “Il direttore dell’Aler di Brescia Cremona e Mantova Corrado Della Torre è leghista e per come le cose vanno in Regione Lombardia questo – dice – è un titolo di merito per essere nominati negli enti regionali, come l’Aler. Ovviamente può pensare quello che vuole del movimento delle sardine, ma se lo scrive su Facebook è perché ritiene che ormai tutto si possa fare: non è così”. “Chiediamo al presidente Attilio Fontana e al presidente di Aler Brescia Cremona e Mantova di prendere nettamente le distanze da comportamenti che mettono in cattiva luce anche l’istituzione regionale“, conclude Pizzul.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mes, Pd accusa la Lega e scoppia la rissa alla Camera. Deputato Liuni (Lega) urla dalla presidenza: “Vado a prenderlo e gli spacco…”

next
Articolo Successivo

Rissa alla Camera sul Fondo Salva Stati, il presidente Fico: “Spettacolo indecente a cui hanno assistito anche ragazzi delle scuole”

next