Quasi duemila metri di rete da pesca sventolano sospese di fronte alla Porta di Brandeburgo, a Berlino, nell’installazione creata dall’artista americano Patrick Shearn in occasione del trentesimo anniversario della caduta del Muro. Incastrate nella rete ci sono migliaia di strisce di tela colorata e ognuna riporta un messaggio scritto da persone comuni. Una decisione che Shearn spiega cosi’: “La maggior parte delle mie opere è molto astratta o in qualche modo iconica in una maniera molto differente ma mai motivata da un messaggio. Questa cosa di dare un significato la sentivo molto, avremmo dovuto renderla un’esperienza collaborativa che coinvolgesse tutti, perché ci sono voluti tutti per far crollare il Muro”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dresda, città proclama “emergenza nazismo”. Cdu di Merkel non vota: “Errore linguistico”

prev
Articolo Successivo

Libia, Italia chiede commissione congiunta con Tripoli: “Modificare il memorandum”

next