Chi ha in casa luci intelligenti compatibili con Alexa potrà sfruttare la luce come sveglia o programmare l’illuminazione domestica per fasce orarie. La novità principale riguarda i dispositivi Amazon Echo, che negli Stati Uniti stanno ricevendo un aggiornamento che include la nuova funzione Wake-up Lighting. Impostandola al posto della sveglia sonora fa in modo che le luci intelligenti imitino il sorgere del Sole nella propria camera da letto. Ad esempio, si potrà fare in modo che l’abat-jour si accenda quand’è il momento di svegliarsi e che la luce diventi gradualmente più intensa.

Non occorrerà usare complicate app, basta pronunciare il comando: “Alexa, imposta una sveglia per [ora] con la mia abat-jour”. Gli abitudinari non dovranno prendersi il disturbo di pronunciare la stessa richiesta ogni sera: basterà dire “Alexa, imposta una sveglia ogni mattina alle [ora] con la mia abat-jour”. Se invece della classica luce da comodino avete l’illuminazione smart di tutta la camera da letto, sarò ancora più semplice: basterà dire: “Alexa, svegliami alle [ora] con le luci“.

Le novità non finiscono qui. Un’altra funzionalità esordiente è il “Timer illuminazione sonno”. Si può usarlo per conciliare il sonno in modo naturale, oscurando gradualmente le luci fino al loro spegnimento. Per attivarla basta dire: “Alexa, imposta un timer di spegnimento di 30 minuti con l’abat-jour”, oppure: “Alexa imposta un timer di spegnimento di 30 minuti con le luci”.

Foto: Depositphotos
Foto: Depositphotos

L’ultima delle nuove funzioni è la routine di attenuazione / schiarimento della luce. Serve per impostare routine mattutine e/o notturne per l’accensione o lo spegnimento delle luci, per un periodo di tempo compreso tra 5 e 59 minuti. In questo caso non si potrà usare un comando vocale, sarà necessario aprire l’app Alexa e aprire il menu delle impostazioni. Qui si troverà la voce Routine e si potranno impostare le proprie preferenze.

Considerata la forte presenza di dispositivi Echo in Italia, queste novità potrebbero sbarcare presto anche da noi. In cambio di queste comodità, Amazon potrebbe incrementare le vendite dei dispositivi di illuminazione smart.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La radio per i soccorritori diventa smart grazie all’assistente vocale

next
Articolo Successivo

Un cronometro adesivo che illumina la pelle potrebbe rimpiazzare i cronometri da polso

next