Prima hanno investito e ferito due ciclisti. Poi, sulla scena dell’incidente, si sono messi in posa per una foto, sorridenti e con il pollice alzato. È successo a Vigonovo, fra Venezia e Padova, la mattina di venerdì 25 ottobre. Un’Audi Coupé guidata da un giovane di Cavallino Treporti – in provincia di Venezia – in fase di sorpasso ha urtato un gruppo di ciclisti che stava percorrendo in senso opposto la Statale della Riviera del Brenta. Due sono finiti a terra, entrambi di Noventa Padovana. Mentre le due vittime venivano portate in ospedale a Dolo (Venezia) dopo l’impatto, il guidatore e altri due passeggeri si sono appoggiati al guardrail di fianco alla carreggiata e, quando hanno visto arrivare una fotografa di un giornale locale, si sono messi in posa con pollici alzati e sorrisi mentre la fotoreporter scattava. I due ciclisti non hanno riportato conseguenze gravi: il primo, preso di striscio, è stato medicato e dimesso, mentre per l’altro si è reso necessario il ricovero, ma non si trova in condizioni critiche. I rilievi dell’incidente sono stati svolti dalla polizia locale e dai carabinieri di Vigonovo: il conducente sarà sanzionato e gli saranno tolti punti dalla patente. Ma, a quanto se ne sa, nessuno delle forze dell’ordine si è accorto dell’atteggiamento dei giovani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Agrigento, giovane disabile segregato con le catene ai piedi: arrestati i suoi tutori legali

next
Articolo Successivo

Roma, muore il clochard che vive vicino alla scuola: studenti e famiglie fanno la colletta e gli pagano il funerale

next