L’aumento del congedo paternità portandolo ad almeno dieci giorni, poi bonus nascita e un assegno unico come contributo economico alle famiglie per ciascun figlio dalla nascita all’età adulta. Sono queste le misure a cui la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti ha detto che sta lavorando per l’inserimento come collegato alla prossima manovra finanziaria. “Stiamo lavorando e non posso al momento dire altro”, ha commentato con i giornalisti a Terrasini (Palermo), dove si tiene la scuola di formazione per i giovani organizzata dal senatore di Italia viva Davide Faraone. Anche Bonetti, da un mese membro del governo Conte 2, ha deciso di aderire al nuovo partito di Matteo Renzi.

Proprio al momento di chiedere la fiducia per il nuovo esecutivo, il premier Giuseppe Conte aveva annunciato come prioritaria la misura degli asili gratis per i ceti meno abbienti. Ora la ministra Bonetti va oltre e promette interventi anche per quanto riguarda il congedo di paternità che attualmente può arrivare solo a cinque giorni in totale. “Bisogna rinnovare il congedo di paternità obbligatorio“, ha detto sempre a margine dei lavori in Sicilia la ministra, “ci auguriamo che entri in misura di bilancio. Ci auguriamo che si possa arrivare a una decina di giorni. Peraltro è una richiesta che arriva anche dalla commissione europea. E il mio auspicio è che si possano calibrare le cose”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Diritto all’aborto: migliaia di donne per le strade dell’America Latina, dove interrompere una gravidanza può costare il carcere

prev
Articolo Successivo

Decreto rimpatri, Gay Help Line contro la proposta di Di Maio e Bonafede: “Molti dei 13 Paesi ‘sicuri’ sono pericolosi per gli Lgbtq”

next