“Solitamente entravo al ministero la mattina alle 8 e uscivo la sera alle 21. Senza pausa pranzo, per una questione di vanità: io da vent’anni non pranzo mai. E quindi è stato un gigantesco scombussolamento, perché non erano abituati a quel tipo di presenza. Devo dire però che in quello scombussolamento una persona ha tenuto sempre la barra dritta e quella persona è l’attuale ministro dell’Interno. Una persona di grandissimo valore. Dopo un periodo un po’ difficile il ministero dell’Interno è tornato in buone mani”. Così l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti alla Festa dell’Unità di Milano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Genova, ucciso durante il Tso. La madre di Jefferson Tomalà alla vigilia dell’udienza preliminare: “L’agente venga rinviato a giudizio”

next
Articolo Successivo

Stalking, cambia città e vita ma lui la ritrova a causa di una mail inviata per errore da gestore energia

next