Samsung sfida l’aspirapolvere senza filo di Dyson con PowerStick Jet, che cala l’asso dell’autonomia per combattere la supremazia di mercato del lussuoso concorrente. Samsung parla di 1 ora di utilizzo a potenza ridotta, 40 minuti a piena potenza con la batteria principale, ma non finisce qui perché la PowerStick Jet offre anche una seconda batteria estraibile dal corpo. La base per la ricarica può ricaricare sia la scopa elettrica sia la seconda batteria contemporaneamente, aumentando l’autonomia totale a valori superiori rispetto alla maggior parte dei concorrenti.

Sul fronte della potenza sono da annotare 200 Watt, inferiori ai 350 Watt dell’ultimo modello Dyson, ma sufficienti per soddisfare l’aspettativa di aspirazione. Anche perché Samsung ha implementato un sistema di filtraggio avanzato HEPA a 5 strati, che rende l’aspirapolvere capace di catturare il 99,999% di particelle di polveri e allergeni. Le fasi di aspirazione si susseguono come segue: nella prima fase del processo di filtraggio, il “ciclone” principale separa le grandi particelle di polvere, che vengono intrappolate in un altro filtro a griglia in rete metallica. Il Jet Cyclone funge da secondo ciclone e collabora con un micro-filtro lavabile che catturare quelle più fini. Infine, un filtro antipolvere ultra-fine cattura le particelle di polvere di dimensioni comprese fra 0,3 e 10 micrometri. Tutte le parti e i filtri sono lavabili.

Nonostante la grande quantità di componenti, PowerStick Jet è molto leggera, come abbiamo appurato in una breve prova durante IFA 2019, ed è anche maneggevole. Per il migliore risultato di pulizia si possono montare teste differenti a seconda della superficie da pulire, compresa una fatta apposta per pavimenti lisci. Esteticamente è chiara l’ispirazione alla filosofica Dyson. L’azienda inglese è stata la prima a proporre aspirapolvere con plastiche trasparenti che lasciano vedere l’interno: PowerStick Jet segue la stessa idea.

Anche il prezzo è studiato per allinearsi con la concorrente inglese: PowerStick Jet costa 699 euro, contro i 679 euro di listino ufficiale del Dyson V11 Absolute Pro. Chi fosse interessato sappia che questo prodotto sarà in vendita in Italia a partire da novembre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MSI GT76 Titan è la supercar dei notebook per videogiocatori

next
Articolo Successivo

Apple presenta l’iPad di settima generazione, in arrivo a partire dal 30 Settembre

next