Il gruppo LeU ha confermato la “disponibilità a verificare condizioni per dare vita a nuovo governo di svolta“, targato Pd e M5s. Lo ha detto il presidente del gruppo Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro. “In questi giorni non abbiamo posto pregiudiziali su nomi. Chiediamo però con altrettanta chiarezza discontinuità nell’impianto del nuovo governo”. Fornaro ha sottolineato l’importanza di vedere più impegno da parte del nuovo esecutivo nelle politiche economiche e sociali, nella lotta alle mafie, nelle politiche dell’immigrazione, nella sanità. “Come primo atto, deve esserci una legge di bilancio di svolta, per ottenere quegli spazi finanziari necessari per il Sud. Deve essere un governo di svolta che possa agire sconfiggendo campagne come quella del decreto Pillon“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi di governo, è Mattarella (e la Costituzione) a decidere non Rousseau

next
Articolo Successivo

Crisi, Orlando: “Inaccettabile se Rousseau modifica scelta di Mattarella”. Patuanelli: “Tempistica voto decisa con Conte”

next