A pochi minuti dal discorso di Giuseppe Conte in Aula, i 5 stelle hanno deciso di pubblicare un post sul Blog delle Stelle con le dichiarazioni e i cambi di posizione di Matteo Salvini. Il messaggio di chiusura definitivo agli ex soci del Carroccio. “Il ministro Salvini, fra un comizio e un mojito, è alla ricerca di un “centro di gravità permanente” che, suggeriva Battiato, non gli faccia mai cambiare idea sulle cose e sulla gente”, è l’esordio. “Suo malgrado qui c’è una forza come il MoVimento 5 Stelle che ha invece deciso di agire in maniera decisa e credibile. Non c’è tempo da perdere con chi si dimostra inaffidabile, dobbiamo pensare agli interessi degli italiani”.

I 5 stelle rivendicano di “aver lavorato per obiettivi seri e concreti, sottoscritti in un Contratto di Governo su cui ci siamo dimostrati sempre leali. Altri si sono persi in dichiarazioni e slogan che sono tutto e il contrario di tutto”. E a seguire “lo strano Vangelo secondo Matteo, con le dichiarazioni del Ministro Salvini degli ultimi 10 giorni”. E chiudono: “A pensarci bene, il vero Vangelo ci aveva avvertito: ‘In verità vi dico, uno di voi mi tradirà'”.

Il primo elenco di frasi riguarda il “governo del presidente Conte, dalle minacce al telefono acceso“: “Andiamo subito in Parlamento per prendere atto che non c’è più una maggioranza e restituiamo velocemente la parola agli elettori (8 agosto)”; “Il 20 agosto sfiduceremo il premier Conte” (14 agosto); “Se qualcuno vuole dialogare io sono qua, sono la persona più paziente del mondo e il mio telefono è sempre acceso”; “Di no l’Italia muore, un governo muore, abbiamo bisogno di sì, se qualcuno dice sì ragioniamo” (15 agosto); “Se non c’è un governo la via maestra sono le elezioni. Altrimenti ci si risiede al tavolo e si lavora. Martedì ci sono all’ordine del giorno le comunicazioni del presidente del Consiglio: le ascolterò e vediamo cosa dirà (18 agosto)”.

Poi i cambi di posizione sulle dimissioni da ministro dell’Interno: “Siamo disposti a mettere in gioco le nostre poltrone, noi siamo al servizio del popolo italiano (8 agosto); “Pronto a ritirare delegazione? Pronto a tutto. Non siamo attaccati alle poltrone, lo vedrete presto (12 agosto)”; “Non do la soddisfazione ai compagni di lasciare il ministero dell’Interno (18 agosto)”.

Quindi sul “taglio parlamentari“: “Approvare prima la riforma per il taglio dei parlamentari come chiede Di Maio? Così poi non si vota. Se passa questa legge non si va più a votare (8 agosto)”; “Prendo e rilancio: tagliamo i parlamentari la prossima settimana e poi andiamo subito al voto (13 agosto)”.

Infine il rapporto con l’ex alleato Silvio Berlusconi: “Non mi interessa tornare al vecchio, se devo mettermi in gioco con un’idea di futuro lo faccio da solo e a testa alta (8 agosto)”; “Nelle prossime ore vedrò Berlusconi e la Meloni alla luce del sole. Parleremo sia di elezioni regionali che di quelle Politiche. Gli proporrò un patto, l’Italia del sì contro l’Italia del no”; “Io non escludo nessuno, questo non è il momento di escludere ma di includere il più possibile (12 agosto)”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Crisi di governo, il giorno del confronto in Aula: segui la diretta video

next
Articolo Successivo

Crisi, militanti M5s radunati davanti a Montecitorio: “Ci fidiamo del Movimento. Governo con Pd? Se necessario ci tureremo il naso”

next