Un elettricista 32enne di Lovere è rimasto folgorato martedì mattina nel nuovo centro Amazon di Torrazza Piemonte a causa del cortocircuito di una cabina elettrica. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Cto di Torino in gravissime condizioni e ora è ricoverato in prognosi riservata con ustioni su tutti il corpo. Il giovane elettricista è stato investito dalla scarica elettrica della cabina, mentre stava eseguendo dei lavori di manutenzione. Si tratta, secondo quanto riposta una nota diramata dal colosso dell’e-commerce, di un dipendente di una ditta appaltatrice dei lavori in corso nella nuova struttura, operativa dall’inizio di luglio.

“Nelle prime ore della mattinata si è verificato un incidente all’esterno del nostro centro di distribuzione di Torrazza Piemonte”, si legge nella nota di Amazon. “Un dipendente di un’impresa fornitrice addetto ai lavori di manutenzione è rimasto infortunato e trasportato immediatamente al pronto soccorso. Insieme alle autorità competenti stiamo effettuando degli accertamenti per capire le origini dell’evento. I nostri pensieri in questo momento vanno al lavoratore, al quale auguriamo una pronta guarigione. Vogliamo ringraziare i primi soccorritori per il pronto intervento effettuato”. L’elisoccorso intervenuto sul posto dopo l’incidente ha trasportato l’operaio all’ospedale torinese, dove ora è ricoverato in prognosi riservata con ustioni su tutto il corpo, molte delle quali sulle braccia e il 15% sul volto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quota 100, report dei Consulenti del lavoro: “Solo un giovane assunto ogni tre pensionati”

next
Articolo Successivo

Crisi di Governo, Di Maio alla Lega: “Avete deciso di staccare la spina, ma ora non tenete in ostaggio i rider e gli operai dell’Ilva”

next