Nel giorno del voto decisivo del Senato sulla Tav sembra non ricomporsi la frattura tra Lega e M5s sulla questione. Il vicepremier Matteo Salvini e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che negli ultimi giorni hanno polemizzato in più di un’occasione, si sono ignorati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tav, il governo deve esprimere il parere e si alzano in due (un leghista e un 5stelle): imbarazzo in Aula

prev
Articolo Successivo

Renzi, Luigi Zanda (Pd): “Aveva promesso di lasciare la politica, ma non l’ha fatto”. E sui conti: “Italia miracolata dall’Ue”

next