Sabato 27 Luglio, al Teatro Olimpico di Roma andranno in onda le finali dei Rainbow Six Siege PG Nationals 2019, il campionato italiano ufficiale dello sparatutto tattico di Ubisoft organizzato da PG Esports con il supporto tecnico di Predator, che vedranno contrapposti i team di R6 di Mkers e Notoroius Legion Esport.

Per questa prima edizione il campionato è stato preceduto da un torneo di qualificazione tramite cui si è arrivata alla rosa di 8 team partecipanti. La prima fase, un girone all’italiana che ha visto i team sfidarsi in partite con la possibilità di pareggio, è stata dominata dai giocatori dei Mkers, seguiti da Notoroius Legion Esport, Samsung Morning Stars e Outplayed; questi quattro team hanno ottenuto l’accesso alla fase dei playoff, vedendo i Mkers sconfigere in semifinale gli Outplayed, mentre i Notoroius Legion disfarsi dei Morning Stars, conquistandosi così la possibilità di sfidarsi l’uno contro l’altro nella finale di Roma.

Sarà possibile assitere alla finale dal vivo o, in alternativa, in streaming sui canali ufficiali di Ubisoft dedicati a Rainbow Six Siege, in un evento che vedrà anche un’esibizione della Assassin’s Creed Symphony Orchestra ed un intervento di MadMan

Nelle prossime pagine potete trovare un approfondimento sui due team finalisti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

I componenti dei droni si stampano in 3D grazie alla tecnologia italiana

prev
Articolo Successivo

League of Legends: Outplayed e Sparks si contendono il titolo italiano alle finali dei PG Nationals Vigorsol

next