Coriandoli, cartelli, striscioni, ma soprattutto catene al posto delle fedi. Un matrimonio celebrato sul sagrato del Duomo di Milano da un finto Pillon, con tanto di maschera. È stato il flash mob organizzato dal movimento ‘Non una di meno‘, che anche nel capoluogo lombardo ha voluto ribadire il suo no alla riforma firmata dal leghista Simone Pillon. “Protesta che si va a sommare a quelle organizzate dal movimento in molte piazze d’Italia, a partire da quella davanti a Montecitorio. Il disegno di legge sarà rivisto, sempre dal senatore leghista, dopo l’estate

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Russia, assassinata attivista per la difesa dei diritti lgbt: aveva ricevuto minacce di morte

prev
Articolo Successivo

Ddl Pillon, a settembre arriva il testo unico. E noi daremo battaglia

next