Buzz Aldrin invita gli Stati Uniti a guidare un’alleanza spaziale, in un videomessaggio pubblicato su Twitter, nel quale racconta la missione Apollo 11 e ringrazia coloro che l’hanno resa possibile. “Non vedo l’ora che l’America abbia il ruolo di leader nel prossimo passo di un’alleanza spaziale” dice ai suoi 1,4 milioni di follower. “Cinquant’anni fa, Neil Armstrong, Mike Collins e io partimmo per una missione di enorme importanza. Dio benedica i 400mila americani che ci hanno aiutato a raggiungere la Luna e a ritornare. Insieme, noi americani possiamo fare qualsiasi cosa. Non dimentichiamo mai il 16 luglio 1969“.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Così il cervello sarà collegato a un pc”, Elon Musk infrange un’altra barriera

prev
Articolo Successivo

Cancro, due pazienti sono guariti grazie alla Car-T e alle donazioni. Ora vogliamo di più

next