Google ha deciso di omaggiare Wimbledon, il celebre torneo di tennis su erba valido per il Gande Slam, con un “easter egg”. Sebbene la traduzione letterale sia “uovo di Pasqua”, il termine nell’ambito informatico non indica l’involucro in cioccolato, ma la sorpresa all’interno. O meglio, qualcosa di inaspettato all’interno di un software, che può essere un messaggio nascosto, una firma dell’autore, eccetera. Google ha una lunga storia di easter egg al suo attivo, che potete trovare a questa pagina Wikipedia. L’ultimo in ordine di tempo riguarda appunto il torneo di Wimbledon.

Per trovarlo dovete aprire la pagina di ricerca di Google nel browser e digitare la chiave di ricerca “wimbledon”. Il primo risultato visualizzato è la tabella delle partire odierne, ripartite per Singolare maschile, singolare femminile, doppio maschile, eccetera. fate scorrere orizzontalmente tale elenco: dopo il doppio misto vedrete una pallina da tennis verde, che è la porta d’ingresso all’easter egg. Selezionatela, verrà visualizzata una schermata di gioco in stile pixel art.

La dinamica di gioco è ovviamente quella del tennis, e l’obiettivo del gioco è di fare il numero maggiore possibile di scambi per battere l’avversario e far salire il proprio punteggio. Si serve con Invio, ci si sposta con le frecce direzionali, e i personaggi vengono scelti casualmente dal sistema, che proporrà animali e supereroi di vario tipo.

L’easter egg funziona anche da smartphone: si accede con la stessa modalità, ma per spostarsi in campo bisogna toccare il lato destro o sinistro dello schermo. Buon divertimento, e che vinca il migliore!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Samsung Galaxy Tab S5e è un tablet ben fatto per la multimedialità in movimento, ma costa 350 euro

next
Articolo Successivo

Consegne di PC in crescita grazie a Windows 7 e alla paura dei dazi statunitensi

next