I due nuovi coordinatori di Forza Italia, Mara Carfagna e Giovanni Toti, ospiti di Maria Latella su Sky Tg24, hanno risposto alla possibilità di cambiare il nome al partito. “Non è la priorità. E poi penso che cambiare significhi chiudere con un passato ingombrante” è il pensiero di Carfagna. “Se vogliamo recuperare elettori, mettiamolo in conto. Valuteremo l’ipotesi dal punto di vista utilitaristico” è la replica di Toti.

Carfagna ha analizzato anche il rapporto con la Lega: “Siamo alleati, ma non vogliamo essere la ruota di scorta. I rapporti di forza sono certamente cambiati, ma rivendichiamo la nostra centralità nel centrodestra”. E ha risposto all’idea di un partito di centro, che riunisca i moderati, insieme a Matteo Renzi: “Vuole fare un partito con me? Non lo so e non mi interessa. Io sono alternativa alla sinistra, ho tutti e due i piedi ben piantati nel campo del centrodestra e sono impegnata pervhé FI recuperi spazio”.

L’Intervista di Maria Latella in onda sui canali 100 e 500 di Sky e su Sky TG24, canale 50 del Digitale Terrestre

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

L’economista Boldrin sulla lettera di Conte all’Ue: “Piena di fake news. Dice di aver fatto adeguate previsioni, non è così”

prev
Articolo Successivo

M5s, Di Maio: “Non abbiamo posizioni nette su tutti i temi. Non c’è stato modo di confrontarci e decidere”

next