Polemica incandescente a L’Aria che tira (La7) tra i giornalisti Luca Telese e Alan Friedman sull’intervento del presidente della Bce Mario Draghi al simposio delle banche centrali a Sintra, in Portogallo.

Telese dissente dalle parole di Friedman: “Alan è un grande divulgatore, però non è vera questa immagine disneyana di Draghi, dipinto da Friedman come il Babbo Natale buono che oggi ha fatto un regalo all’Italia. E tutto il mondo improvvisamente va bene”.
Forse non capisci niente di economia“, replica il giornalista statunitense.
Telese continua: “Draghi oggi non ha parlato minimamente dell’Italia purtroppo”.
Forse non sai leggere“, ribatte Friedman.

“Fammi finire – risponde Telese – In realtà, Draghi ha rappresentato un problema che sta diventando europeo e che non è il problema dell’Italia. La frase di Draghi è la risposta a un triplice effetto. In primis, l’Europa non cresce, anche la Germania. C’è il problema dell’inflazione che non riesce a salire, anche in Germania. Quindi, Draghi non è Babbo Natale. Qui stiamo parlando di Europa e di America e l’Italia è solo un’appendice. Oggi lo spread italiano precipita a 238, perché Draghi col suo discorso ha dato l’idea che ci sia una garanzia sul debito”.
E aggiunge: “Purtroppo, però, Draghi non rispondeva al problema dell’Italia. L’italiano posticcio di Alan è meraviglioso, ma noi non siamo i puzzoni. Il debito lo avevamo anche prima”.

Si scatena la bagarre. Friedman dice che vuole bene all’Italia, Telese rincara: “E allora fallo vedere. Basta farci la morale! Trova allora un’idea brillante per pagare questi debiti. Facciamo i ‘Friedman bond‘”.
Friedman brandisce una banconota e risponde: “L’Italia è uno dei due Paesi che paga oltre il 2% sui titoli. L’altro Paese è la Grecia”.
Telese ripete sarcasticamente ‘italiano cattivo’ e replica: “Lo sappiamo, avevamo già il debito al 100% quando siamo entrati in Ue. E’ un segreto di Pulcinella”.
“Perché urli?”, ripete Friedman.
Perché continui a dire ‘italiano cattivo, no buono’“, ribatte Telese, imitando il collega americano.
Ma perché lui mi interrompe con queste cazzate?“, chiede Friedman alla conduttrice Myrta Merlino.
“Hai detto una brutta parola”, commenta Telese.
“No, non l’ho detta”, controbatte Friedman.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Senaldi (Libero): “I veneti hanno un ceppo diverso da quello italiano. La faccia di Zaia non la trovi in Calabria”

next
Articolo Successivo

Pil, Tinagli (Pd) vs Ceccardi (Lega): “Quanto era nel 2017? Lo sa?”. “Non faccia la professorina. Non accetto lezioni da lei”

next