Raggirava i commercianti spacciandosi per Andrea Pirlo, ex calciatore della Juventus. Così è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di truffa e sostituzione di persona un 48enne di Valenza, in provincia di Alessandria. L’uomo approfittava della somiglianza con l’ex centrocampista bianconero per truffare boutique di lusso in tutta Italia. Dalle indagini è emerso che negli ultimi due anni l’uomo si è spacciato più volte al telefono per Andrea Pirlo, conquistando la fiducia dei negozianti e ordinando capi di abbigliamento per migliaia di euro.

Non solo, all’occorrenza chiedeva anche un po’ di sconto. Gli acquisti venivano poi ritirati da una finta collaboratrice del centrocampista, in realtà fidanzata del 48enne denunciata ora in concorso. A denunciare l’accaduto è stato lo stesso calciatore che attraverso il suo legale ha segnalato almeno cinque episodi. Gli investigatori sono risaliti all’identità del 48enne seguendo le tracce telefoniche lasciate per contattare i negozi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ponte Morandi, le mani della camorra nella demolizione: arrestati i responsabili di un’impresa impegnata nei lavori

next
Articolo Successivo

Mortalità infantile, gli infermieri: “Siamo pochi, rischio per un bambino su cinque”

next