“La partecipazione della nazionale di calcio femminile italiana ai mondiali è una soddisfazione personale delle giocatrici, ma anche un impulso per tutto il movimento del calcio femminile”. Lo racconta l’allenatrice dell’Italia Milena Bertolini, in vista del calcio d’inizio della coppa del mondo femminile, al via il 7 giugno in Francia.  L’Italia si è qualificata dopo vent’anni di assenza dal torneo.  Dopo l’esclusione dell’Italia maschile dal mondiale 2018 è nuovamente lo sport femminile quindi a portare nel mondo la maglia della nazionale. “Siamo consapevoli che il calcio è considerato nel pensiero medio collettivo italiano uno sport prevalentemente maschile – risponde la ct Bertolini – e che quando una donna entra in questo ambiente è vista in modo un po’ strano. Si risponde con l’indignazione collettiva e continuando a fare il proprio lavoro per dimostrare che il calcio femminile è di assoluto livello”.
“Tutte le giocatrici e le colleghe della mia età hanno subito discriminazioni. Oggi molto è cambiato – continua la ct delle azzurre – ho fiducia soprattutto nelle nuove generazioni. C’è ancora molto da lavorare e penso che il passaggio successivo sia il professionismo”. Il calcio femminile, infatti, è ancora considerato uno sport dilettantistico.  La nazionale calcio donne si sta avvicinando al mondiale con una serie di partite amichevoli

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mondiali calcio femminile 2019, l’Italia torna dopo vent’anni. A spingere la nazionale un movimento in forte ascesa

next
Articolo Successivo

Mondiali Under 20, doppietta di Pinamonti e gol di Frattesi: Mali battuto (4-2), Italia in semifinale

next