Cosparso di alcol e bruciato vivo. È morto così un uomo di 89 anni di Collepasso, in provincia di Lecce. L’anziano, come confermato dagli investigatori, è stato assassinato. L’omicidio è avvenuto mercoledì 29 maggio all’interno della sua abitazione in via Don Sturzo, nel paesino del Salento. Antonio Leo, questo il nome della vittima, è morto nel pomeriggio in seguito alle ustioni riportate dopo che qualcuno lo ha inondato di alcol dandogli fuoco. L

I carabinieri, intervenuti sul posto dopo una chiamata del figlio, hanno ritrovato il corpo dell’anziano quasi del tutto bruciato. Dopo un lungo interrogatorio in caserma, l’uomo ha confessato di aver ucciso il padre dopo una violenta lite per futili motivi. Vittorio Leo, 48 anni, proprietario di un’agenzia immobiliare, è stato arrestato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guido Conti, tutti i dubbi da chiarire sul suicidio dell’ex generale: “Si indaghi sulla posizione del corpo e sulle telefonate”

next
Articolo Successivo

Ragusa, violenza sessuale sulla compagna e sua figlia di 12 anni: arrestato. “Sempre ubriaco. Abusi anche davanti ai bambini”

next