Una colorata e festante ondata di danza, guidata da  Roberto Bolle, ha letteralmente invaso il centro di Napoli. È il segnale di inizio di OnDance, la grande festa della danza presentata ieri dall’Étoile dei due Mondi. L’allegra compagnia di circa 60 ballerini, capitanata da Bolle al suono della musica di Excelsior, è “strabordata” dall’antico Palazzo Zevallos Stigliano, sede delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo in via Toledo e, dopo aver sorpreso i visitatori con un’esibizione improvvisata nel salone di ingresso del museo, a passo di musica si è portata fino al centro della Galleria Umberto I per regalare ai passanti un altro momento di danza. Alla fine i ballerini, e Bolle con loro, si sono rifugiati nel vicino Teatro San Carlo. Accanto a Roberto a esibirsi on the road tangueri, giovani ballerini di danza classica e gli street dancer di Red Bull Dance Your Style che domani si sfideranno nell’attesissimo Qualifier presentato da Ensi e previsto per le 18.00 in Piazza Dante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il ritorno di Crozza-Tria è uno spasso: ‘Stop a striscioni che Salvini chiama i pompinar… i pompieri’. E lo porta via la digos

next
Articolo Successivo

Ciao Darwin, la lite con Paola Perego “tagliata” e non andata in onda: ecco cosa è accaduto

next