E’ stato convocato per venerdì 17 maggio il consiglio di amministrazione della Rai. A fare richiesta sono stati quattro membri del cda che hanno inviato al presidente Marcello Foa una lettera. All’ordine del giorno è previsto il caso Fazio e in generale la situazione interna all’azienda.

Domenica scorsa infatti, il conduttore di “Che tempo che fa” aveva annunciato in diretta che le ultime tre puntate di “Che fuori tempo che fa” erano state cancellate. Più volte il Carroccio si era espresso contro lo stipendio di Fazio e il caso era già stato sollevato a livello politico senza però arrivare mai a una soluzione. Per i 5 stelle ha parlato nelle scorse ore l’ex deputato e leader M5s Alessandro Di Battista: “Fazio deve continuare a fare la sua trasmissione. La politica non deve mettere bocca. Vorrei che Fazio e Vespa guadagnassero il giusto, senza aggirare il tetto per gli stipendi. Ma gli editti bulgari li fanno gli altri”. Addirittura in difesa di Fazio ha parlato anche l’ex Cavaliere Silvio Berlusconi che, dimenticando il suo famoso editto bulgaro, ha parlato di censura.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rai, doppio incarico Foa: il voto in Vigilanza slitta a dopo le Europee. Di Nicola (M5s): “Inopportuno, si dimetta”

prev
Articolo Successivo

Radio Radicale, Lega propone proroga per 6 mesi della convenzione. Crimi (M5s) in audizione aveva detto: “Stop a fondi”

next