Il Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di finanza di Milano ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di due persone accusate di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ai danni dell’Inps.

Nel corso dell’indagine è emerso che sarebbero stati organizzati dei corsi di formazione fasulli “asseritamente erogati da tre società lombarde con fondi gestiti dall’Inps”. Oltre agli arresti, disposti dal gip Guido Salvini su richiesta del pm Paolo Filippini, è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo per oltre 1,2 milioni, pari al presunto danno provocato all’Inps.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salone di Torino, escludere un editore è l’equivalente del rogo dei libri

next
Articolo Successivo

Casal Bruciato, procura di Roma indaga: “Istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale”

next