“Mi sembra che la vicenda si sia conclusa bene con la scelta più logica”. Michele Rech, alias ZeroCalcare, è arrivato al Salone del Libro dopo la scelta di escludere dalla kermesse la casa editrice Altaforte vicina a Casapound.

“Io personalmente Non volevo trovarmi accanto ai sodali di chi dava le coltellate ai fratelli miei, una scelta che era stata condivisa da tanti altri compresa la direttrice del museo di Auschwitz”.