Scontro alla Camera dei deputati tra il presidente Roberto Fico e il gruppo del Partito democratico nel corso dell’esame della questione pregiudiziale presentata dai dem sulla proposta di legge sul taglio dei parlamentari. Il clima in Aula si è surriscaldato quando il dem Emanuele Fiano ha accusato il presidente di “non garantire i diritti dell’opposizione” sulla possibilità di emendare il testo, dopo che i dem si erano visti giudicare inammissibili alcune proposte di modifica: “Quello che si sta compiendo è un sopruso, e non è la prima volta, a favore della maggioranza che in quest’Aula, sotto la sua presidenza, ha diritti diversi dai nostri”, si è scagliato contro Fico. A replicare è stato lo stesso presidente: “Non posso che dire che i diritti di maggioranza e opposizione io li rispetto tutti in maniera imparziale fino alla fine perché fa parte del mio ruolo e per me l’indipendenza è sacrosanta”.
L’aula della Camera ha poi respinto con 277 contrari, 109 favorevoli e 66 astenuti le pregiudiziali di costituzionalità presentate dall’opposizione sulla proposta di legge in materia di riduzione del numero dei parlamentari, già approvata in prima lettura al Senato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casal Bruciato, assessore Castiglione (M5s) su proteste: “Imbecilli che strumentalizzano paura e ignoranza”

next
Articolo Successivo

Tangenti a Milano, Morra (M5s): “Corruzione fenomeno endemico e massivo. Partiti si puliscano al loro interno”

next